tradizioni *A Cuccìa*13 Ricèmbr’ ù jurn’ i Santa Lucia

La magica notte Santa Lucia Montechiarugolo 2018 La magica notte Santa Lucia Montechiarugolo 2018

tradizioni *A Cuccìa*13 Ricèmbr’ ù jurn’ i Santa Lucia

‎…’ARRICETTAt’v‘, ppù 13 Ricèmbr’ ù jurn’ i Santa Lucia
Vi presento sua Signora …*A Cuccìa*

Cuccia

Ci vò:
Miènzu chilu ‘i granu, 100 gr ‘i cacau amar’, nu pièzz

’ ‘i ciucculàta
‘i cièntu grammi, miènzu litru ‘i latt’, 100 gr ‘i nuci munnàte e
fatt’a ‘ntopparedde, cannella e nu pugnu r’uva passa.
*****
Annètt’ ‘u granu e mìntilu a mmuòddu ppi nna jurnàta sana. Pù piglialu e fallu còce a fuocu vàsciu e quann’è quasi cuòttu, ‘nta cassaròla abbùccaci ‘u latti, ‘u cacào, ‘a ciucculàta, ‘a cannedda, ‘i nuci e l’uva passa.
Riminìa ccu ‘na cucinara ‘i lignu ppi ‘nu quartu r’ùra, caccia ru fuocu, falla rifriddà nu poc’, grattaci supa nu poc’ i ciucculata er’è pronta p’ esse manciata! 🙂

 Santa Lucia

Santa Lucia

La storia di Santa Lucia
Siamo nel IV secolo, in Sicilia, a Siracusa. Lucia è una giovane donna di una buona famiglia, fidanzata ad un concittadino e destinata ad un buon futuro di moglie e madre. La mamma si ammala e Lucia si reca in preghiera a Catania, sulla tomba di Sant’Agata, per invocarne la guarigione. Qui la Santa le appare e le chiede di dedicare la sua giovane vita all’aiuto dei più poveri e deboli, predicendole il martirio. Lucia torna a Siracusa e trova la mamma guarita, la giovane decise di consacrarsi al Signore. Distribuì perciò i beni ai poveri e rinunciò al matrimonio. Il fidanzato sconvolto dall’abbandono lo denunciò come cristiana al governatore, che la fece arrestare e sottoporre a diverse torture, fu trascinata da una coppia di buoi , cosparsa di pece bollente, posta sulla brace ardente e le furono strappati gli occhi. Solo dopo questi tremendi tormenti morì il 13 dicembre del 304. Il suo culto, universalmente diffuso, è già testimoniato dal secolo V. Un’antifonia tratta dal racconto della sua passione la saluta come “sposa Christi”. Ci raccomandiamo a santa Lucia, affinchè non ci manchi mai la luce degli occhi, ma sopratutto quella della mente e del cuore.

Arriva ogni anno nella notte fra il 12 e il 13 dicembre e in Italia per tradizione porta i regali ai bambini che hanno fatto i bravi. Buon Onomastico a tutti quelli che portano il nome LUCIA,LUCIO,LUCIANA ,LUCIANO E tutte le varianti di questo bel nome!

I n Svezia, all’alba del 13 dicembre

Le processioni sono guidate da una bambina che impersona Lucia seguita da damigelle e paggetti che indossano vesti bianche e cappelli con stelle dorate. Il corteo è chiuso da bambini vestiti come folletti. È una scena adorabile, con i bambini che cantano canzoni tradizionali natalizie e illuminano l’oscurità con le loro candele. Lucia e le sue damigelle donano brioche allo zafferano e biscotti allo zenzero agli spettatori. Questa tradizione del Settecento si ripete in chiese, scuole, ospedali e luoghi di lavoro in tutto il Paese e non sarebbe Natale in Svezia senza Lucia, che segna il passaggio alle ultime due settimane di Avvento.