Lieta storia rifugio Matildico San Polo d’Enza

Vedete animali feriti o dispersi chiamate il 118 o il cellulare 339 4053723.

Lieta storia rifugio Matildico San Polo d’Enza Lieta storia rifugio Matildico San Polo d’Enza 2016

Lieta storia rifugio Matildico San Polo d’Enza  Bibbiano on Line

Eccovi un momento di sano respiro dove il leggere riempie il cuore di grazia e gentilezza

Lieta storia rifugio Matildico San Polo d’Enza 2016

Lieta storia rifugio Matildico San Polo d’Enza 2016

umana. La lieta storia è di oggi e ve la raccontiamo. Decisamente un giorno molto, ma molto, fortunato per i due gattini appena nati e abbandonati vivi in una scatola di cartone messa al fianco di cassonetti in quel di Bibbiano. Fortunati perché è passata di lì una persona assai sensibile e molto umana – Verusca Ferrari – cantoniera del comune di Bibbiano, che senza pensarci nemmeno un attimo ha preso con sé i piccoli gattini che fanno bella mostra di sé accanto ad un caldo termosifone adagiati su un cuscino morbidoso. Ancora più fortunata che la casualità ha voluto che nelle immediate vicinanze era di passaggio il titolare Ivano Chiapponi del Centro Recupero Animali Selvatici “Rifugio Matildico” posto in San Polo d’Enza in via Conti 22/2 (visitate il loro sito: www.rifugiomatildico.it) che molto pratico sul dà farsi ha preso con sé i due gattini che certamente presso il suo rifugio avranno non solo la loro apposita sana e robusta alimentazione ma anche tanto amore. Ivano ci confida che molto presto troveranno un ottima famiglia per proseguire il loro futuro. Invito qui nei commenti a indicare i nomi che avremo cura di far pervenire a Ivano per dargli un riferimento anagrafico ai nostri fortunati gattini!Ivano infine ci invita ad andare a visitare il suo centro per vedere il grande lavoro che lui e i suoi amici volontari danno a tutti gli animali selvatici. Lieta storia rifugio Matildico San Polo d’Enza. A proposito qualora vedete animali selvatici feriti o dispersi non indugiate a chiamare il 118 o il cellulare 339 4053723. Rifugio Matildico nel web
Giangiacomo Papotti