Il 19 aprile, Salvatore Carrozza, Anteo Donati e Afro Fornia vennero fucilati a Monticelli Terme.

Pioveva ancora dal giorno prima.

Un plotone di militi aspettava i condannati

presso un autocarro centinato.

Già i quattro si apprestavano a salire sull’autocarro dove si notavano quattro bare quando, all’improvviso, arrivò una staffetta motociclista che si fermò presso il tenente del plotone per consegnargli un messaggio urgente: era la sospensiva della condanna per il Catuzzi. Gli altri tre furono fatti salire sull’autocarro dove prese posto anche il plotone di esecuzione ed ebbe inizio il funereo viaggio.  Afro Fornia, sceso davanti al cimitero del paese, si avvide dunque di esser stato perfidamente portato a morire a pochi passi da casa, sulla stessa strada che conduceva dai suoi, ignari in quell’ora della tragedia che si andava compiendo. Erano ormai le cinque del mattino quando i tre partigiani vennero disposti presso il muro ovest del camposanto, mentre il plotone di esecuzione si allineava per adempiere gli ordini finali. Nonostante gli accorgimenti adottati vi fu chi nascostamente vide e sentì tutto quanto accadde in quegli ultimi momenti. Esaurite in breve le operazioni estreme seguì il comando di preavviso e quindi l’ordine: (Fuoco !), cui si accompagnò il grido dei patrioti: L’Italia vivrà!. 

Erano stati condannati a morte mediante fucilazione alla schiena: Giuseppe Brianti,Salvatore Carrozza, Guglielmo Catuzzi, Rino Costa, Anteo Donati, Afro Fornia, Fortunato Guarnieri e Peter Jovanovic. Alle ore 4 del giorno 18 aprile, i quattro della cella 3 vennero avviati nel cortile accompagnati dal cappellano del carcere. Nel registro dei carcerati intanto l’addetto aveva allora scritto: Salvatore Carrozza(scarcerato), Anteo Donati (liberato), Afro Fornia (liberato). L’andata al Calvario dei tre ebbe termine a Monticelli Terme. Nell’immediato dopoguerra infine, anche Monticelli Terme volle rendere ad Afro Fornia il suo tributo di onoranza ed intitolò al suo nome la piazza maggiore, là dove ogni anno si rinnova l’omaggio dei cittadini ai caduti di tutte le guerre.

Affratellati a Fornia negli ideali per cui avevano lottato fino al sacrificio, sono pure onorati nella lapide muraria del Cimitero di Monticelli Terme

Afro Fornia nel 40. del sacrificio : 18 aprile 1944 / R. L. Cattelani. – Montechiarugolo : Comune di Montechiarugolo, 1984. – 47 p. : ill. ; 25 cm.

Il Partigiano

Foto dal sito ANPI Parma